Categoria: L’EUROPA CHE LAVORA IN SICUREZZA

disturbi muscoloscheletrici lavoro sedentario foto Annie Sprat Unsplash

Posture statiche e DMS: ecco come lavorare da seduti o in piedi per periodi prolungati può incidere sulla salute dei lavoratori

Per stare bene fisicamente è necessario fare movimento: evitare posture statiche è importante per prevenire i disturbi muscoloscheletrici (DMS) e altri problemi di salute. Il lavoro prolungato da seduti o in piedi è il tema centrale di due nuove relazioni sui rischi per la salute delle occupazioni sedentarie.

ela telelavoro covid-19

ELA: informazioni specifiche, Paese per Paese, sull’impatto del telelavoro durante la pandemia di COVID-19

La crisi COVID-19 ha portato all’introduzione di misure senza precedenti in tutti gli Stati membri dell’UE. Nella sua ultima relazione, l’Autorità europea del lavoro ha raccolto informazioni su queste misure dell’UE volte a facilitare un approccio flessibile alla sicurezza sociale applicabile dei lavoratori transfrontalieri in telelavoro.

Ambienti-sani-e-sicuri-2020-22-Alleggeriamo-il-carico

Campagna europea sui disturbi muscoloscheletrici, da Eu-Osha quattro pubblicazioni per saperne di più

Disponibili anche in italiano, gli opuscoli si inseriscono nell’iniziativa comunitaria triennale, coordinata in Italia dall’Inail per conto dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, e fanno il punto su comportamenti errati e strumenti di prevenzione.

sicurezza telelavoro foto di Alejandro Escamilla su Unsplash

Regolamentare il telelavoro e la sicurezza e salute sul lavoro in un mondo post-COVID

Per molte organizzazioni il telelavoro sembra destinato a diventare una caratteristica permanente dell’attività professionale dopo la pandemia di COVID-19. Ma in che misura questa forma di lavoro è coperta dalla legislazione in materia di protezione dei lavoratori?

sostanze chimiche ilo

Collaborare per porre fine alle morti evitabili dovute a sostanze chimiche tossiche

Milioni di lavoratori in tutto il mondo perdono la vita ogni anno o soffrono di malattie croniche a causa di sostanze chimiche tossiche sul posto di lavoro. In un videomessaggio al Forum di Berlino sui prodotti chimici e la sostenibilità, il direttore generale dell’ILO, Guy Ryder, afferma che è necessaria una cooperazione globale per porre fine a queste morti e malattie prevenibili.