Categoria: *APPROFONDIMENTI*

vigilanza o prevenzione foto di Klarissa Watson Unsplash

Vigilanza o prevenzione?

A poche settimae di distanza affrontiamo nuovamente il tema della vigilanza: lo impongono le nuove disposizioni del governo, in merito alle quale abbiamo espresso motivate osservazioni critiche, ritenendo al momento che il silenzio delle istituzioni (Ministero della salute e Regioni) e della rete di esperti presenti sul territorio nazionale fosse davvero singolare e inopportuno.

progettazione acustica foto di Paul Esch-Laurent Unsplash

Corretta progettazione acustica di ambienti di lavoro industriali e non – Manuale operativo

L’esposizione al rumore, quale tradizionale fonte di malattie professionali pur non rappresentando più la prima causa di danni alla salute connessi al lavoro, è pur sempre uno dei fattori di rischio più diffusi in ambito lavorativo in particolare nelle  costruzioni, nel settore metalmeccanico, nei settori  della trasformazione di minerali non metalliferi, delle attività dei servizi e della lavorazione del legno.

troppi infortuni foto originale di Joshua Coleman Unsplash

Troppi infortuni! La risposta del governo.

Dopo anni di accorati appelli perché le istituzioni recuperino l’iniziativa e rendano il Sistema nazionale di prevenzione più razionale ed efficace nella sua operatività, arriva dall’attuale governo una risposta significativa per il peso delle misure che introduce.

economia circolare e sicurezza sul lavoro

Economia circolare e tutela della salute e sicurezza sul lavoro

Nell’ambito delle azioni promosse dalla Commissione europea per lo sviluppo di una economia, e quindi di un futuro, sostenibile, il Piano d’azione  per l’economia circolare occupa un posto significativo.

Cantieri Navali foto di Marek Piwnicki Unsplash

Cantieri navali: dati e informazioni per efficaci azioni di prevenzione

L’Inail ha pubblicato recentemente una nuova Scheda dal titolo: Cantieri Navali: analisi degli infortuni e piano mirato di prevenzione, relativa a dati e informazioni prodotte mediante Infor.Mo – Sistema di sorveglianza degli infortuni mortali e gravi sul lavoro.