Repertorio Salute

repertorio salute OPRAS organismo paritetico ambiente e sicurezza

DISTURBI MUSCOLO-SCHELETRICI

Eu-Osha: un nuovo video su come prevenire i disturbi muscolo-scheletrici sul luogo di lavoro

La prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici (DMS) lavoro-correlati può essere conseguita mediante semplici misure. Il nuovo video della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri. Alleggeriamo il carico illustra tali misure.

Sicurezza nelle aziende agricole: ridurre il rischio di disturbi muscoloscheletrici fra i lavoratori agricoli

L’agricoltura è un settore nel quale si osserva una delle percentuali più elevate di disturbi muscoloscheletrici (DMS), in quanto comporta tradizionalmente carichi pesanti, movimenti ripetitivi e posture statiche. Un nuovo documento di discussione prende l’esempio della regione Marche per esaminare in che modo la meccanizzazione può ridurre i fattori di rischio dei DMS.

Gestione dei disturbi muscolo-scheletrici nel settore sanitario

Lavori fisicamente impegnativi, come la manipolazione dei pazienti, costituiscono un fattore di rischio significativo per i disturbi muscolo-scheletrici (DMS), rendendoli una preoccupazione diffusa tra gli operatori del settore sanitario, con il mal di schiena e il dolore agli arti superiori tra i problemi comunemente segnalati.

Prevenire i DMS lavoro-correlati: insegnamenti tratti dalla ricerca e dalle buone prassi

Una nuova relazione Eu-Osha riassume i risultati del progetto pluriennale dell’EU-OSHA che esamina ricerche, politiche e prassi in materia di prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici lavoro-correlati (DMS), volto a promuovere lo sviluppo di strategie per affrontare questo problema di salute e la sicurezza sul lavoro altamente prevalente nei contesti professionali in Europa.

Affrontare i DMS lavoro-correlati mediante strategie, politiche e prassi efficaci

Cosa funziona davvero per affrontare i disturbi muscoloscheletrici lavoro-correlati? La nuova relazione Eu-Osha ravvisa 25 iniziative diverse, dalle campagne di sensibilizzazione, alle ispezioni e alla legislazione, realizzate in 14 paesi, evidenziando cosa può essere fatto per prevenire i DMS, in particolare nelle PMI.