Repertorio Salute

repertorio salute OPRAS organismo paritetico ambiente e sicurezza

dati Inail

Infortuni sul lavoro, nel nuovo numero di Dati INAIL il primo bilancio del 2023

In attesa della Relazione annuale, che metterà a disposizione informazioni più consolidate, il periodico curato dalla Consulenza statistico attuariale analizza i numeri provvisori rilevati alla data dello scorso 31 dicembre. Le denunce presentate all’Istituto sono il 16,1% in meno rispetto al 2022, ma la riduzione è molto più contenuta al netto dei contagi da Covid-19, passati in un anno da circa 111mila a meno di seimila.

Industria alimentare italiana, nel 2021 denunciati oltre 11mila infortuni e 33 casi mortali

l nuovo numero del periodico statistico Dati INAIL è dedicato all’analisi di questo settore produttivo molto articolato e complesso, leader in Europa per numero di imprese e fatturato, che può esporre i lavoratori a diverse tipologie di rischio. Le professioni più colpite sono quelle dei panettieri, pasticceri, macellai e pesciaioli.

Infortuni e malattie professionali, il turismo al centro del nuovo numero di Dati INAIL

Nell’analisi della Consulenza statistico attuariale la radiografia di un settore che conta quasi un milione e mezzo di lavoratori impiegati nei servizi di alloggio e ristorazione, tra i più colpiti dalla pandemia. Dopo il crollo del 2020, i casi denunciati all’Istituto nel 2021 sono rimasti molto al di sotto di quelli registrati nel periodo pre-Covid.

Covid-19, in aprile i contagi sul lavoro in aumento del 6,3%. Dall’inizio della pandemia sono 260mila

A rilevarlo è il 27esimo report nazionale elaborato dalla Consulenza statistico attuariale Inail, che nel primo quadrimestre del 2022 registra più di 63mila infezioni di origine professionale, pari a circa un quarto del totale dei casi segnalati all’Istituto dal gennaio 2020. I decessi sono 858, cinque in più rispetto al dato di fine marzo, a conferma di un trend in forte diminuzione.