Incompatibilità tra attività di vigilanza e ruolo di medico competente