Categoria: RISCHI

Ambienti-sani-e-sicuri-2020-22-Alleggeriamo-il-carico

Campagna europea sui disturbi muscoloscheletrici, da Eu-Osha quattro pubblicazioni per saperne di più

Disponibili anche in italiano, gli opuscoli si inseriscono nell’iniziativa comunitaria triennale, coordinata in Italia dall’Inail per conto dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, e fanno il punto su comportamenti errati e strumenti di prevenzione.

Dati Inail contagi Covid

In giugno i contagi sul lavoro da Covid-19 al minimo storico. Da inizio pandemia sono quasi 177mila

Il 18esimo report della Consulenza statistico attuariale Inail conferma il trend decrescente iniziato a febbraio. Rispetto al monitoraggio precedente, i casi in più sono 1.602 (+0,9%), ma solo 157 sono riferiti all’ultimo mese di rilevazione. È il numero più basso registrato da un anno e mezzo a questa parte, molto inferiore anche alle circa 500 infezioni del luglio 2020.

Dati Inail giugno-luglio 2021

Nel nuovo numero di Dati Inail l’analisi dell’effetto Covid sull’andamento infortunistico nel 2020

I contagi sul lavoro all’origine di un quarto del totale delle denunce d’infortunio e di un terzo dei casi mortali. L’emergenza sanitaria sta influenzando anche i primi mesi di quest’anno, ma da febbraio il trend delle infezioni di origine professionale è in sensibile diminuzione.

Cantieri Navali foto di Marek Piwnicki Unsplash

Cantieri navali: dati e informazioni per efficaci azioni di prevenzione

L’Inail ha pubblicato recentemente una nuova Scheda dal titolo: Cantieri Navali: analisi degli infortuni e piano mirato di prevenzione, relativa a dati e informazioni prodotte mediante Infor.Mo – Sistema di sorveglianza degli infortuni mortali e gravi sul lavoro.

sostanze chimiche ilo

Collaborare per porre fine alle morti evitabili dovute a sostanze chimiche tossiche

Milioni di lavoratori in tutto il mondo perdono la vita ogni anno o soffrono di malattie croniche a causa di sostanze chimiche tossiche sul posto di lavoro. In un videomessaggio al Forum di Berlino sui prodotti chimici e la sostenibilità, il direttore generale dell’ILO, Guy Ryder, afferma che è necessaria una cooperazione globale per porre fine a queste morti e malattie prevenibili.