STRUMENTI E MATERIALI PER LA SICUREZZA: Manuali Inail

Quaderni tecnici per i cantieri temporanei e mobili

L’Inail rende disponibili, nell’edizione 2018, otto “Quaderni tecnici per i cantieri temporanei e mobili” il cui obiettivo ”è accrescere il livello di sicurezza” di un comparto caratterizzato da frequenza e gravità degli infortuni.
I temi affrontati presentano attività e attrezzature con condizioni di rischio particolarmente ricorrenti e gravi:

Si tratta di strumenti pratici e di immediata comprensione, grazie anche alle tante illustrazioni mediante le quali si documentano le corrette modalità di lavoro e d’uso delle attrezzature. I Quaderni sono utilizzabili da più figure della prevenzione, incluso gli Rls, ma utili soprattutto ai tanti datori di lavoro delle piccole imprese che con i propri dipendenti condividono il lavoro e i rischi.


L’OTTAVO RAPPORTO INAIL – REGIONI SULLE MALATTIE PROFESSIONALI
MAILPROF 2013-2014

L’Inail ha pubblicato (settembre 2018) una versione aggiornata dell’Ottavo rapporto Inail/Regioni sulle malattie professionali. Pur contenendo il volume la rilevazione dei dati relativi al biennio 2013-2014, anni cui risale effettivamente l’ultimo rapporto MalProf, ne segnaliamo l’aggiornamento per richiamare nuovamente all’attenzione di esperti, Rls e Rspp l’importanza del sistema di rilevazione MalProf, la cui Banca dati è  parte integrante anche del Sinp. Inoltre la presentazione delle tabelle in modalità più agile permette una migliore consultazione e ricerca delle informazioni. La Banca dati online è accessibile a questa pagina del sito dell’Inail.
> scarica il manuale

MANUALE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO CORRELATO ALLE MERCI SBARCATE IN AMBITO PORTUALE
Mediante un’interessante modalità di lavoro – che vede la collaborazione tra Inail regionale Emilia Romagna, l’Autorità portuale, l’Università di Bologna, lo Spsal di Ravenna, tutte le aziende portuali, il coordinamento Rspp ed il coordinamento Rls di sito – è stato elaborato un modello per la valutazione del rischio chimico sviluppato e testato nel porto di Ravenna.
Il Manuale per la valutazione del rischio chimico correlato alle merci sbarcate in ambito portuale pubblicato dall’Inail (2018) rende disponibile tale modello: può accadere infatti che il rischio chimico, nelle attività associate alle operazioni dl sbarco delle merci, venga sottovalutato o che si presenti di non facile individuazione e valutazione. Mentre molto pericolosi possono essere gli incidenti e i danni conseguenti ad una sottovalutazione dei rischi presenti (rischi di asfissia e rischi di incendio ed esplosione).
> scarica il manuale

IL PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DI LAVORO

L’Inail ha pubblicato (settembre 2018) una versione aggiornata dell’Ottavo rapporto Inail/Regioni sulle
Nell’ambito della “Gestione delle emergenze” il D.Lgs. 81/2008 prevede le misure che il datore di lavoro deve attuare per il primo soccorso, misure che, se correttamente adottate tenendo conto delle specificità aziendali, svolgono un ruolo determinante nella riduzione del danno, qualora si verifichi un infortunio. Misure inoltre che, prevedendo il ruolo attivo di personale aziendale specificamente formato, creano condizioni favorevoli alla partecipazione consapevole degli addetti.
L’Inail pubblica l’edizione 2018 del Manuale per “Il primo soccorso nei luoghi di lavoro”  “aggiornato alle più recenti linee guida internazionali e alla normativa italiana e pensato come strumento didattico a supporto sia dei lavoratori addetti al primo soccorso per una immediata consultazione, sia per i formatori”.
Di particolare interesse l’introduzione (in un capitolo dedicato) di nozioni relative all’utilizzo del defibrillatore  semiautomatico esterno (DEA), il cui utilizzo potrebbe rivelarsi risolutivo, ai fini della sopravvivenza, in quegli ambienti di lavoro in cui rilevante è “lo sforzo fisico e lo stress psico-fisico, o dove sono presenti fattori di rischio per l’arresto cardio circolatorio (elettricità, presenza di gas, contatto con determinate sostanze come il monossido di carbonio), oppure nei luoghi isolati, dove è più difficile che il soccorso avanzato arrivi in tempo, come impianti di perforazione, cantieri di costruzione, piattaforme marine, ecc.”
> scarica il manuale

ISTRUZIONI PRIMA VISITA PERIODICA
ai sensi del DM 11 aprile 2011
Apparecchi di sollevamento materiali di tipo mobile. Gru e autocarri